Articoli

Mostra "La travata"

MOSTRA “LA TRAVATA”

Titolo: La Travata

Autore: Daniela Savini

Data: 25 settembre – 3 ottobre 2021

Luogo: Palazzo Consortile in Piazza Broletto n. 5, Mantova

Inaugurazione: sabato 25 settembre ore 17.30, presentazione di Giancarlo Ciaramelli

Orari: apertura tutti i giorni dalle 15.30 alle 20.00 con giovedì, sabato e domenica anche il mattino dalle 10.00 alle 12.30

 

L’impianto idrovoro Travata (situato nel comune di Borgo Virgilio – Bagnolo san Vito) è un capolavoro del genio creativo umano dal punto di vista tecnologico, architettonico e per i suoi effetti sull’architettura del territorio e sull’aspetto paesaggistico. Venne realizzato nel 1929 dagli ingegneri Carlo Arrivabene e Pietro Ploner e la sua messa in funzione rese possibile la bonifica di zone depresse e malsane del territorio. Questi appezzamenti, un tempo abbandonati e insalubri, sono diventati fertili terreni coltivati e il costante lavoro degli impianti li preserva da dannosi allagamenti. È infatti testimonianza di una tradizione culturale da una parte e di una importante innovazione tecnologica i cui esiti, anche in termini di funzionalità, sono apprezzabili ancora in maniera importante in epoca contemporanea.

E proprio su questo capolavoro e bene pubblico, dopo l’archivio e la biblioteca, che si posa l’attenzione dell’artista Daniela Savini, “soprattutto sull’interno di questi ambienti, nel cuore di questi eleganti manufatti. Riserva, infatti, agli esterni una sola incisione che rappresenta il lato posteriore della Travata. Ritrae ciò che vedono solo gli addetti ai lavori, svela non solo pannelli, pompe idrauliche, turbine, ingranaggi, idrometri che operano al funzionamento dello stabilimento, ma anche i dettagli architettonici e ornamentali che i costruttori vollero includere nel progetto. Dimostra una vera e propria passione per queste macchine, una sorta di ritorno al futurismo che sostituisce il mito della velocità al mito della modernità, della funzionalità, dell’efficienza. Le macchine appaiono non meno vive e vitali dell’essere umano, appaiono come creature che esprimono la vitalità umana. La grande originalità del lavoro di Savini risiede anche nel fatto che nessun artista si è cimentato in incisioni con analogo tema. … La visuale è diversa, non convenzionale, il fattore umano è la componente fondamentale, è la sintesi di come l’uomo sia riuscito nel corso dei secoli a risolvere un problema di difesa idraulica per le piene del Mincio che attanagliava gli abitanti della zona. Così, vengono incise immagini della scala liberty, del telefono, dei motori realizzati dall’azienda legnaghese Franco Tosi, dell’idrometro, delle turbine dell’azienda Riva, degli attrezzi, tutto ciò che è contenuto in questi locali.” (G. Ciaramelli). 

 

volantino A4 est

 

L’ARTISTA DANIELA SAVINI

Nasce a Teramo 1975, ora risiede in San Giorgio Bigarello - Mantova. Ottiene la Maturità artistica presso il Liceo Artistico Statale di Teramo e la laurea in Conservazione dei Beni Culturali all'Università di Parma. Dopo gli studi riprende la sua naturale vocazione per il fare artistico.

Dal 2012, dopo un incontro con il pittore e incisore Angelo Boni, inizia la pratica incisoria. Si dedica soprattutto alle tecniche dirette, stampa in proprio. Ha realizzato il progetto: "L'Archivio Inciso"(2016) sull' Archivio di Stato di Mantova – Archivio Gonzaga; “Dry point for Rolwaling” (2016), "Biblioteca Teresiana. Il respiro del tempo" (2018) sulle sale storiche teresiane; “Dal Quotidiano al Nulla" (2019) sul genocidio e Shoah; in ultimo, la "Travata" (2019) sull'impianto idrovoro del Consorzio di bonifica e irrigazione Territori del Mincio. Attualmente socia dell'Associazione Nazionale Incisori Contemporanei di Treviso e dell'ALI - Associazione Liberi Incisori di Bologna.

Premi:

- Nel 2016 e 2017 Premio Marchionni - sezione grafica (Villacidro - Sardegna) (Premio mostra itinerante Bologna -Milano- Urbino);

- nel 2018 menzione d'onore al premio Carmen Arozena -Madrid e secondo posto ex equo – menzione di merito alla Biennale Premio Diego Donati – Perugia;

- nel 2019 menzione d'onore al Sint-Niklaas (Belgio) 2019 International bookplates and small printmaking competition;

- nel 2020 selezione Premio René Carcan -Bruxelles, secondo posto Premio Grandi e menzione di merito terzo posto Premio P. D. Donati;

- nel 2021 l’ago di bronzo Dry Point International Biennial Uzice - Serbia.

Pubblicazioni:
- "L'Archivio inciso", 2016, Prinp- Editoria d’arte 2.0;
- “Biblioteca Teresiana. Il respiro del tempo”, 2018, Prinp – Editoria d’Arte 2.0;
- “La Travata”, 2020, Youcanprint;
- “A te”, 2020, artist book - Youcanprint

Orari Uffici

Apertura al pubblico
dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle 13.00
il sabato dalle ore 8.00 alle 12.00

Ufficio Tecnico
lunedì e giovedì dalle ore 10.00 alle 13.00

Questo sito utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Proseguendo con la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consultare la nostra politica sui cookies.

Accetto i cookies da questo sito